Sistemi automatici e rendita passiva: cosa sono?

“Quanto mi piacerebbe guadagnare standomene al mare”. Chi di noi non ha mai pronunciato questa frase?
Staccare la spina con la routine e sbarazzarsi degli obblighi lavorativi è un sogno legittimo e condiviso ma ritenuto praticamente impossibile. Molti sedicenti esperti propongono online le soluzioni più fantasiose per crearsi un sistema di denaro facile: ma sono affidabili? In questo articolo punteremo l’attenzione sulla cosiddetta rendita passiva e sui sistemi automatici atti ad ottenerla.

Rendita passiva. Di cosa si tratta?

La rendita passiva viene definita come l’insieme di attività e iniziative che portano profitto in modo automatico (o col minimo sforzo), mantenendo al minimo il rischio di perdita. Vi diciamo subito che crearsi un sistema di denaro facile, duraturo e che non richieda grossi sforzi è possibile; sicuramente però, non è immediato. Per questo motivo è molto importante porre attenzione a tutti quei metodi che permettono risultati troppo rapidi e semplici, come Forex o varie tecniche di multilevel marketing, che nella maggior parte dei casi possono rivelarsi ben più rischiosi di quanto venga pubblicizzato dagli stessi promotori.

Il tempo è denaro

Eh sì, la risorsa di maggior valore che possediamo oggi, nel ventunesimo secolo, è il nostro tempo. È proprio questo che dobbiamo investire per primo, se vogliamo mirare ad avere una rendita passiva stabile e sicura. Il primo requisito importante sarà un’attenta attività di studio approfondito e di monitoraggio delle tendenze: questo sarà indispensabile anche se decidiate di utilizzare dei sistemi automatici di trading. Non esistono strategie infallibili, è indispensabile essere competenti per cercare di prevedere quale mossa fare in quale preciso momento. Serve anche una buona dose di lucidità emotiva per non rischiare di lasciarsi prendere la mano. Insomma, crearsi un sistema di denaro facile è possibile ma prima c’è bisogno di investire parte del proprio tempo alla formazione e all’acquisizione di esperienze nel trading e nel marketing.

Gli strumenti di rendita passiva

Per prima cosa, serviranno due cose fondamentali:

    • Un capitale, più o meno sostanzioso.
    • Le abilità per metterlo a frutto.

Uno studio costante e l’accantonamento periodico di una parte dei propri guadagni è alla base di una rendita passiva.
Ovviamente ci saranno diversi settori in cui sarà possibile investire il denaro: tramite la vendita di beni di consumo, di opere d’ingegno, l’apertura di una nuova attività commerciale e chi più ne ha più ne metta. Quando si parla di rendita passiva però, uno dei campi più “low-cost” dal punto di vista dell’impegno pratico sarà sicuramente il trading.

I sistemi automatici di rendita passiva

Definiamo un sistema automatico di trading un qualsiasi sistema in grado di eseguire in maniera automatizzata tutte le operazioni per conto del trader, senza che esso debba mai praticamente intervenire. Nella peggiore delle ipotesi, si tratta di cliccare un bottone per far iniziare il sistema a lavorare. Due sono i principali sistemi automatici:

  • Robot di trading (trading algoritmico).
  • Copytrading.

I robot di trading sono dei programmi informatici. Essi, seguendo un algoritmo appositamente codificato in un linguaggio specifico (come il linquaggio MQL), eseguono operazioni sui mercati finanziari. Il tallone d’Achille di questi sistemi, come facilmente intuibile, risiede nella competenza e nell’abilità di chi ha creato il bot. Esso dovrebbe essere un buon esperto di trading che allo stesso tempo padroneggi in maniera impeccabile il linguaggio specifico di scrittura del robot di trading. Per farla breve: non è detto che non funzionino per crearsi un sistema di denaro facile ma è elevata la probabilità che chi lo venda sia ben più esperto di marketing, piuttosto che di trading o di programmazione.

Per quanto riguarda la tecnica del copytrading, essa consiste in software automatizzati che compiono per noi gli investimenti seguendo le azioni di altri traders. Si tratta di un metodo più “intelligente” ma, anche in questo caso, tutto dipenderà dal trader da cui decideremo di trarre ispirazione: saranno uguali le operazioni, ma sarà identico anche il risultato.