Pronomi personali complemento in inglese

L’inglese, come l’italiano, è una lingua che prevede l’impiego di parole particolari, che si chiamano pronomi, e che svolgono la funzione di alleggerire le frasi fungendo da soggetto o da complemento quando questi siano già stati citati. In questa maniera si mantiene univocità delle attribuzioni m a si ha una ridondanza più bassa. 

In inglese i pronomi complemento sono sette, prevedendo anche il genere neutro che in italiano non è presente in forma esplicita. La loro lista è: me (me/mi), you (te/ti), him (lo/gli), her (la/le), it (lo/gli), us (noi/ci), you (voi/vi), them (loro).

Da notare come la traduzione può a tratti risultare macchinosa perché in Inglese il soggetto non si può sottintendere e desumere dalla desinenza verbale e debba essere sempre dichiarato nella frase.

 

Impiego dei pronomi complemento

 

Per iniziare a capire come si usano i pronomi di tipo complemento in inglese, conviene utilizzare delle frasi di esempio.

“Ann met John” (Ann ha incontrato John) si assocerà a “She saw him”

“I love Sam” (io amo Sam) invece andrà con “I love him”

I pronomi complemento seguono sempre il verbo o la preposizione da cui dipendono e si possono impiegare in frasi con il soggetto esplicito oppure con il pronome a sostituirlo. Da notare come alcune costruzioni che in italiano sarebbero considerate semplicemente orrende e ridondanti, in inglese per via delle regole grammaticali sono la norma e un’eventuale omissione di una pronome può inficiare completamente il senso della frase se non è immediato dedurre dal contesto. Questo vale sia per la lingua scritta che per quella parlata senza eccezioni.

In inglese si impiega la medesima forma del pronome sia per il complemento diretto che indiretto, consentendone anche l’impiego misto:

“I like her” (mi piace)

“I went to him this morning” (sono andato da lui stamattina)

Sono esempio di impiego semplice.

“This is Sam’s hammer. Give it to him.” (questo è il martello di Sam, daglielo)

In questo caso si è impiegato il pronome nelle due forme.

 

Casi particolari

 

I pronomi personali complemento si impiegano diffusamente in inglese e non hanno una corrispondenza univoca con forme stili in italiano e soprattutto la costruzione delle frasi può essere parecchio diversa rispetto alla nostra lingua, il che è spesso fonte di confusione, in particolare nelle costruzioni formali.

In presenza di due pronomi di tipo complemento, la costruzione della frase in inglese è molto differente rispetto a quella in italiano e per noi può risultare piuttosto innaturale:

“Can you tell it to me?” (puoi dirmelo?) 

Sia nella lingua scritta che in quella parlata, in inglese si impiegano i pronomi personali di tipo complemento per il verbo, compreso l’ausiliare “to be” (essere) come ad esempio nelle frasi:

“I want to see it” (voglio vederlo)

“who is speaking? it’s me” (chi parla? Sono io)

Il loro impiego comprende anche il complemento di termine:

“Talk to me” (Parlami)

“Tell it to them” (dillo a loro)

Se invece ci si limita ad impiegare un solo pronome, la costruzione è parecchio differente:

“Pass me the glass” (passami il bicchiere)

Si impiega anche con funzione di complemento indiretto, per esempio in una forma comparativa oppure dopo una preposizione:

“According to her” (secondo lei)

“I had a trip with them” (ho fatto un viaggio con loro)

Il sistema migliore per imparare le costruzioni con i pronomi in inglese è quello di utilizzarli, perché è una delle parti della grammatica che maggiormente divergono rispetto a quella italiana.